Home

Papa Francesco

Presidente CESi

Agenda Arcivescovo

Offerte lavoro

Liturgia

Area Riservata

Mons. Gristina nuovo Presidente della CESi

Nel segno del dialogo e della comunione

I Vescovi di Sicilia, riuniti per i lavori della sessione invernale, hanno eletto il nuovo Presidente della Conferenza Episcopale Siciliana nella persona dell'Arcivescovo di Catania, Mons. Salvatore Gristina, già vice Presidente della stessa. Mons. Vincenzo Manzella, Vescovo di Cefalù, è stato eletto alla carica di vice Presidente.

Entrambi rimarranno in carica per il tempo rimanente al compimento del quinquennio pastorale che scadrà nel 2017.

S.E. Mons. Salvatore Gristina è nato a Sciara (PA) il 23 giugno 1946, ed è sacerdote dal 17 maggio 1970.

Riceve l'Ordinazione episcopale nella Cattedrale di Palermo il 3 ottobre 1992. Dal 6 agosto del 2002 esercita il suo ministero episcopale nell’Arcidiocesi di Catania.

Nell’accettare l’esito della votazione Mons. Gristina ha voluto ringraziare il card. Paolo Romeo, presente in assemblea, per il delicato compito  svolto in questi nove anni di presidenza al servizio della comunione ecclesiale ed ha dichiarato di voler esercitare il nuovo incarico nel segno della continuità. Ha esortato i vescovi “a voler incrementare lo spirito di comunione e collaborazione già sperimentato nelle diverse iniziative pastorali a livello regionale ed a intensificare gli sforzi affinché le Chiese di Sicilia, docili ai suggerimenti dello Spirito, siano sempre più attente alle istanze di giustizia e di speranza che provengono dagli uomini del nostro tempo. Il momento storico che stiamo vivendo, caratterizzato dalla crisi economica che investe tante famiglie, dalla disoccupazione che costringe i giovani a cercare altrove prospettive per un futuro migliore, ci spinge ad un supplemento di slancio solidale, perché la nostra gente ritrovi risorse ed energie per risollevarsi dalla crisi. In questo anno giubilare, ricco di iniziative verso le antiche e nuove povertà, possano le nostre Chiese essere segno profetico di quella carità che è il linguaggio più autentico dello Spirito”.

Il giorno dopo l'elezione a Presidente della Conferenza Episcopale Siciliana, Mons. Salvatore Gristina ha incontrato gli operatori della comunicazione e ha risposto alle loro domande. Il presule ha rivolto un pensiero a chi lo ha preceduto, soffermandosi in modo particolare sulla figura del card. Salvatore Pappalardo. "La consapevolezza della comunione tra le diocesi che da allora è maturata è un cammino importante che non si interrompe. Nel pieno rispetto della singolarità e dell'autonomia delle Chiese particolari - ha aggiunto Mons. Gristina -, la Conferenza è, nel suo stile ecclesiale, voce di sostegno e vicinanza a chi è più debole. Ci auguriamo di trovare retta comprensione e ascolto del nostro contributo al bene comune". Nel quinquennio in cui la Chiesa che è in Sicilia riflette sull’“Esodo della famiglia nel tempo della crisi”, il Presidente della CESi ha aggiunto: “Pensiamo alle famiglie e alle loro difficoltà, all'emigrazione forzata dei nostri giovani, a chi non ha un lavoro, agli ammalati: vogliamo che la nostra amata Regione possa vivere giorni più sereni. Sono tutte problematiche che stanno a cuore anche alle istituzioni preposte a promuovere il bene comune; noi, come Chiesa, diamo quel di più che viene dalla luce del Vangelo, dalla tradizione e da ciò che la Chiesa ha saputo fare e realizzare fino ad ora. Soprattutto, poi, dalla capacità delle Chiese locali di sintonizzarsi con il sentire della gente”.

Mons. Gristina ha sottolineato che la CESi è un organismo pastorale di confronto sulle problematiche e sulle emergenze più cogenti che affiorano dal contesto sociale per pensare ed indicare, sempre in un’ottica di fede, linee pastorali e per porre in essere opere-segno che siano da stimolo per una risoluzione delle situazioni di criticità ad ampio raggio coinvolgendo tutte le istituzioni presenti sul territorio.

Nel corso della conferenza stampa, alla quale ha preso parte anche mons. Carmelo Cuttitta, Segretario della Conferenza Episcopale Siciliana, sono stati affrontati diversi temi: dalle emergenze che la Sicilia vive in questo particolare momento storico all'annosa questione mafiosa, dall'immigrazione alla pietà popolare.

L.G.

La Festa

I luoghi del martirio

I Simboli della Devozione

Le Candelore

Archivio notizie

30° di Prospettive Elezioni FISC 2013

Donazioni on line

Media Cattolici

Ufficio Nazionale Comunicazioni Sociali
Federazione Italiana Settimanale Cottolici
  Sistema Informazione Religiosa
  L'Osservatore Romano
   Avvenire